I miei appunti e disappunti sulla gravidanza

“La gravidanza è un periodo meraviglioso”

Ecco quello che mi sentivo ripetere in continuazione da tutte le amiche o conoscenti e io avevo molti dubbi in merito, visto che per natura mi devo sempre diversificare dagli altri.

Presa dalla gioia dopo aver fatto il test e anche dalla mia ansia che non mi abbandona mai, non vedevo l’ora di abbracciare il mio bimbo, una felicità accompagnata anche dal sapere che, finalmente per 9 mesi, non ci sarebbero state le solite mestruazioni dolorose che mi costringevano ad andare avanti di antidolorifici per 5 giorni.

Si mi ero convita… Sarà uno spasso!

Macché! Ho avuto dolori al basso ventre simili a quelli mestruali fino al 5 mese che mi hanno costretta a cambiare la mia routine, ovvero niente lavoro e poche uscite, se dovevo prendere l’autobus, ad ogni buca e le strade di Genova ne sono piene, erano dolori.

La causa di questo problema ? La devo capire ancora adesso che ho partorito.

Vogliamo parlare del cibo, io adoro mangiare ma dagli esami scopro di non avere fatto la toxoplasmosi, allora addio ai salumi, cotto a parte, la carne ok ma solo se ben cotta e quindi finivo per farla diventare una suola da scarpe, praticamente immangiabile, crostacei niente, gelati per la salmonella meglio se confezionati, frutta e verdura se non cotta da lavare con l’Amuchina, mente prima aprivo le mie belle confezioni di insalata già pronte e via.Tutta la preparazione dei pasti era più lunga e io, sarà stato il periodo, di pazienza ne avevo poca.

Se andavo a mangiare fuori dovevo specificare che la carne fosse cotta alla perfezione e di non guarnire i piatti come se fossimo a Masterchef con verdure crude nel piatto e altro, ma a poco serviva, in vacanza mio marito ha mangiato anche le mie porzioni, mi chiedo  perché nei ristoranti mettono il prezzemolo dappertutto? E io mica potevo rompere e dire me lo lavate con bicarbonato o Amuchina?

Ecco sopraggiungere l’estate, ero tranquilla, non ho mai patito il caldo in vita mia, sono una freddolosa che odia l’inverno, in gravidanza però tutto cambia, questione di ormoni, così mi sono ritrovata a sudare come una bestia, non so quante docce facevo al giorno e l’aria condizionata delle volte non bastava, per evitare di prendermi qualche influenza non la tenevo mai accesa tutto il giorno.

Nel frattempo la mia pancia aumentava sempre di più, per questo facevo fatica a camminare e ad accucciarmi, non mi sentivo indipendente, spesso alle visite, soprattutto alla fine, dovevo farmi accompagnare.

Premetto che la pancia già dal primo mese ha iniziato ad intravedersi, tanto che nascondere che ero incinta ė stato proprio impossibile, alla faccia della superstizione che vuole che la lieta novella venga data solo dopo il terzo mese.

Mi guardavo allo specchio e mi vedevo un pallone, ma quando incontravo qualcuno per strada, mi sentivo dire che ero ancora più bella, perché tutte le donne in gravidanza sono più belle, io credo che questo valga solo se sei una come Behati Prinsloo e la vedo dura.

Nel terzo trimestre ecco sopraggiungere un odioso prurito, soprattutto su gambe e piedi, che mi ha costretto a moltissime notti in bianco accompagnato anche dalla sindrome delle gambe senza riposo, risolta per fortuna, anche se dopo più di un mese, prendendo l’integratore di ferro.

Non ho avuto complicazioni ma non è stato un periodo facile, tutti parlano del post partum e pochi della gravidanza, come se una donna dovesse sentirsi depressa per forza dopo il parto, per me non è andata così, non dormirò la notte perché il pupo piange, vuole coccole e ha fame, l’allattamento non è facile, ma sono più serena e padrona del mio corpo.

Per questo ho voluto portare la mia testimonianza, ora posso dirlo, non è un periodo meraviglioso come dicono o almeno non lo è per tutte, ma in questo lasso di tempo la meraviglia rimane il sentire crescere il piccolo esserino dentro di te, i suoi movimenti, la voglia vederlo e di abbracciarlo.

Avrei sopportato qualsiasi cosa per vedere te amore. Questa è la vera meraviglia!

Affrontare tutto con il sorriso è la sfida più grande!

I ricordi rimangono sempre non muoiono mai e io li conservo nei diari e nelle foto:)

image image image image image image

Photo by Tom Studio

 

 

Vota questo articolo ❤️
[Total: 4 Average: 4.3]
Share